Rugby, il Sudafrica mette il mitico Springbok sulla manica della maglia per i Mondiali ’11


Rivoluzione governativa nello sport sudafricano: polemiche.

Una delle classiche notizie che quando le leggi salti sulla sedia: “Springbok cacciato bufera in Sudafrica” e “Addio Springbok, l’antilope del Sudafrica finisce sulla manica“. Sulle prime dico: “Ma com’è possibile che dopo 104 anni in Sudafrica fanno sparire il simbolo della nazionale di rugby dalla maglia?”. Poi rileggo e mi faccio due risate. Premesso: in Sudafrica fanno bene a protestare e progettare il boicottaggio della maglia per i prossimi Mondiali.  Perché? Ovviamente perché sono sudafricani! “Lo springbok, l’antilope che per 104 anni è stato il simbolo della squadra di rugby del Sudafrica – e per i neri anche dell’apartheid e dell’arroganza bianca – è stato abbattuto. O meglio spostato, dal petto alla spalla, per fare posto al nuovo emblema nazionale, il fiore giallo di Protea […]“, scrive La Stampa. Il povero springbok è vivo e vegeto e questa mi sembra una buona notizia, tanto per cominciare!


I più attenti avranno notato che è da qualche tempo che il Sudafrica ha due stemmi sulla maglia della nazionale: il fiore di Protea sul cuore e lo Springbok dall’altra parte. Come mai? In Sudafrica, la federazione rugby, dopo un invito da parte del governo, ha deciso di togliere il simbolo dello Springbok, la piccola antilope animale tipico del paese, dalla parte ‘frontalè della maglia della nazionale di rugby che giocherà la prossima ‘World Cup’ di Nuova Zelanda 2011“, riporta La Repubblica.

Facciamo il punto anche grazie al sito sudafricano Sport24. Che inizia così: “Il simbolo dello Springbok non apparirà sul petto dei giocatori sudafricani nella prossima Coppa del Mondo 2011“. Bene. Perché? Le linee guida del governo sudafricano hanno deciso di uniformare i simboli delle nazionali scegliendo la Protea come simbolo da cucire sulle maglie all’altezza del cuore“. Ecco perché lo Springbok è passato da sinistra a destra.  La cosa buffa è che la Federugby mondiale ha regole precise e ferree in fatto di maglie per i Mondiali. “Sulla parte frontale della maglia spazio al simbolo nazionale in alto a sinistra, allo sponsor tecnico in alto al centro e alla toppa della Irb in alto a destra“. E così lo Springbok scivola sulla manica dove, tra l’altro, il Sudafrica può vantare la toppetta delle due Coppe del Mondo dorate in quanto due volte campione. Finita la Coppa si tornerà alla normalità.

Meno male che nel 2011 si giocherà e basta e sono sicuro che i nazionali sudafricani campioni del Mondo in carica si faranno onore lottando per la loro maglia e la tradizione della squadra. Anche come simbolo di unità del Paese. Per chi ama collezionare maglie è un’occasione imperdibile (visto che sono sicuro che lo Springbok tornerà al suo posto molto presto). Per chi ha una vecchia maglia dei Bokkers sarà l’occasione di sfoggiarla come pezzo vintage. Che in Sudafrica se ne parli mi sembra il minimo (ricordate la maglia Nike dell’Italia a Euro ’96 con la scritta “Italia” sul deretano dei giocatori?). Metterò la maglia degli Springbok durante il Mondiale? Certo che sì! Anche quella degli All Blacks, dell’Inghilterra e della Francia (bè, ci penserò prima di farlo…). Senza dimenticare che ne ho una dell’Italia con la toppa dei Mondiali 2003 con lo scudetto in alto a sinistra, il logo Kappa al centro e la toppa Irb in alto a destra. E’ quella dei Mondiali in Australia del 2003!

Annunci

, , , , , ,

  1. #1 di gabbo_88 il 5 ottobre 2010 - 09:38

    però non capisco una cosa… se lo springbok alla fine è stato adottato anche dai neri sudafricani perchè non lasciare solo l’antilope come simbolo della nazionale di rugby?? il motivo per cui hanno dovuto creare questo simbolo nuovo è dato dall’idea di uniformare tutti gli sport sudafricani, però se penso all’italia che ogni sport ha il suo logo, non vedo lo scandalo.. ogni sport, ogni simbolo!!
    altrimenti indossando una polo classica azzurra con un tricolore anonimo, non si capirebbe che sport pratichi o segui…
    e poi tornando al sudafrica, perchè vogliono usare lo stesso logo e non lo stesso colore?? se hanno osteggiato la tradizione per il simbolo, potevano farlo anche per il colore della maglia… ma forse le polemiche sarebbero state insostenibili!!

    • #2 di amalamaglia il 5 ottobre 2010 - 10:42

      Credo che alla fine sia una scelta “politica” nel senso più ottuso possibile. Ovviamente anche i Bafana Bafana hanno lo stemma con la Protea e il vecchio logo a destra sulla maglia. Visto che la Fifa non ha regole rigide e mette le toppe sulle maniche non c’è stata polemica. La Irb è più ordinata e così nasce lo “scandalo”. Potrebbero mettere il fiore sulla manica di ogni nazionale e il simbolo sul cuore: non credo sia esagerato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: