Usa, la Nba si avvia a introdurre sponsor di maglia per i team e fa le prove a New Orleans


Il boss di Dallas entusiasta. E i tifosi cosa dicono?

Nella preseason Nba i New Orleans Hornets, dove gioca anche il nostro Marco Belinelli, sfoggiano una divisa con qualche novità. Si tratta di una toppa e delle righine dorate. Per sommi capi possiamo dire che si tratta della prima sponsorizzazione di maglia di un team della Lega professionistica americana. Ma andiamo con ordine. David Stern è da un po’ che ragiona sull’apertura ai marchi commerciale sulle maglie delle franchigie Nba. La spettacolo, nel suo complesso, costa e i ricavi che arriverebbero dagli sponsor sarebbero notevoli. Qualche esperimento è stato fatto della D-League e nella Wnba con la squadra campione Seattle Storm abbinata a Bing, il motore di ricerca Microsoft.


Per quanto riguarda l’Nba è da un anno che i team possono avere uno sponsor sulla maglia da riscaldamento da indossare prima delle partite. Nel caso degli Hornets la situazione è diversa e merita attenzione. La toppa sulla canotta da gioco celeste è quella di Believe in Blue, una campagna di raccolta fondi per la bonifica e il recupero delle coste del Golfo del Messico colpite dalla marea nera fuoriuscita dalla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon. Con altri quattro partner, gli Hornets useranno la maglia blu con toppa nelle gare casalinghe del mese di ottobre e poi la stessa toppa sarà sulle maglie bianche per le trasferte nel mese di novembre. Alla fine tutte le maglie usate saranno autografate e messe all’asta per raccogliere fondi da destinare alla campagna.


La curiosità è che l’iniziativa Believe in Blue è “presentata” da Chevron (sarà un caso che il danno è stato provocato dai concorrenti di Bp?), campagna petrolifera che sponsorizza l’iniziativa degli Hornets e anche le maglie da riscaldamento della franchigia della Louisiana. Ritrovare la stessa toppa poi sulle maglie da gara è un po’ fuoriviante. In molti negli Usa si stanno domandando se questo è un primo tentativo di sdoganare l’idea di uno sponsor di maglia. Il boss di Dallas, Mark Cuban, ha già detto di essere più che disponibile a cedere la maglia dei Mavericks al miglior offerente. Secondo lui non si tratta di “se” mettere lo sponsor, ma “quando” metterlo. Si attendono sviluppi.

Annunci

, , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: