“Un venerdì con i baffi”, mustacchi in Serie A: Vampeta e la gaia fantascienza del calcio


Tribuna all’Inter, in prima fila ai Gay Pride.

All’Inter il brasiliano Marcos André Batista Santos non ha lasciato il segno: appena otto presenze in tutto e un gol. Era la stagione 2000/01. Il soprannome Vampeta è una crasi (senza bolle…) delle parole brasiliane “vampiro” e “capeta” (diavolo). O anche “piccolo vampiro” a seconda dei casi e delle interviste rilasciate dal nostro baffetto.


Una carriera strana la sua. Fatta di pochi alti e molti bassi. Inizia con Ronaldo nel PSV e vince campionato e supercoppa in Olanda. Nel 1998 è al Corinthians e vince il campionato e la Coppa del Mondo per club. Nel 2000 fugace esperienza all’Inter  prima di essere ceduto al Paris Saint-Germain in cambio di Stéphane Dalmat. Kuwait e poi Brasiliense e Goias, squadre minori brasiliane prima di un ultimo ritorno al Corinthians poiClube Atlético Juventus dove si è ritirato. In nazionale con il Brasile ha vinto il Mondiale nippocoreano del 2002 e la Copa America nel 1999. E’ il primo calciatore brasiliano ad aver posato nudo su una rivista per la G-Magazine. Spesso in prima fila nei Gay Pride, Vampeta è un’icona per gli omossesuali brasiliani. “Lo so, tutti dicono che il mio corpo è bello. E allora perché non dovrei farlo vedere?”, fu la sua risposta ai 100mila dollari per diventare ragazzo copertina. “Sono eterosessuale, ma non ho nulla contro i gay, compresi quelli che conosco nel calcio”, ha poi specificato.


“Vampeta di entusiasmo” titolava la Gazzetta dello Sport alla sua presentazione. Senza dimenticare di cercare paragoni importanti per i suoi baffetti alla Clark Gable. Sottili, curati e che riportano alla mente il cantante Kid Creole, front man dell’ensamble “Kid Creole & the Coconuts”. In una delle ultime foto, Vampeta appare ormai sovrappeso e senza mustacchi. Si concede solo una “mosca” sotto il labbro inferiore. Voleva fare l’attore. Chisà a che punto è la sua nuova carriera!

Ti piace “Un venerdì con i baffi”? Leggi anche:

“Un venerdì con i baffi”, mustacchi in Serie A: Ian Rush e il caso del “bidone per caso”

“Un venerdì con i baffi”, mustacchi in Serie A: Gullit-Rijkaard la coppia di Olanda e Milan

“Un venerdì con i baffi”, mustacchi in Serie A: gli anni dell’imperatore Massimo Palanca

“Un venerdì con i baffi”: mustacchi mondiali #3

“Un venerdì con i baffi”: mustacchi mondiali #2

“Un venerdì con i baffi”: mustacchi mondiali #1

Annunci

, , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: